Alpe di Catenaia (Casentino): 2 giorni

Descrizione: Due giorni nei boschi del Casentino, in una zona meno conosciuta rispetto a quella del Parco Nazionale, ma altrettanto affascinante. L’Alpe di Catenaia, massiccio montuoso che si diparte dall’Eremo di La Verna in direzione Arezzo, è una meravigliosa tavolozza di colori grazie alla sua grande varietà ambientale, che spazia dalle avvolgenti faggete alle imponenti abetine, passando per splendidi boschi di cerri e castagni. Ottimamente conservata grazie all’istituzione di un’Oasi di protezione faunistica che ne preserva il crinale principale e gran parte del versante casentinese, è un’area nella quale si susseguono strette gole ricche di torrenti e delicati paesaggi, i quali trovano il loro culmine nella vastità dei prati che ammantano le quote più elevate. Da qui è possibile ammirare splendidi panorami sulla Valle del Casentino, da una parte, e sulla Val Tiberina, dall’altra. La forza spirituale di questi luoghi è accentuata dalla presenza dell’Eremo della Casella, costruito nel XV Secolo nel luogo in cui, nel 1224, San Francesco rivolse l’ultimo saluto al vicino eremo di La Verna. Proprio all’interno dell’Eremo della Casella trascorreremo, in completa autogestione, la notte. Tra i faggi secolari che fanno da cornice agli splendidi Prati della Regina e al piccolo ma affascinante laghetto di Pozza delle Stroscie, non sarà impossibile incontrare caprioli e cinghiali, e magari, se siamo fortunati, udire nella notte l’ululato dei lupi.

Difficoltà: E (Escursionistica). Itinerario su sentiero segnato e su strada sterrata, con dislivello medio e pendenze non elevate, eccezion fatta per alcune salite leggermente ripide. A causa della lunghezza dei percorsi necessita di buon allenamento. Nessun passaggio difficile o esposto. Nel complesso necessita di esperienza ed allenamento per trekking in montagna di più giorni, con necessità di portare tutto l’occorrente nello zaino.

I Giorno:

a) Dislivello complessivo: 480 m in salita, 400 m in discesa.

b) Lunghezza complessiva: circa 13,5 km.

c) Tempo di cammino (soste escluse): 5 ore

II Giorno:

a) Dislivello complessivo: 450 m in salita, 500 m in discesa.

b) Lunghezza complessiva: circa 19 km.

c) Tempo di cammino (soste escluse): 6:30 ore

Programma:

Pranzo al sacco (portarlo da casa).

Cena e pernottamento in struttura autogestita (necessario portare, oltre alla cena, anche sacco letto e tappetino da campeggio)

Colazione secondo giorno in autogestione (portare il necessario fin dalla partenza).

Pranzo al sacco secondo giorno in autogestione (portare il necessario fin dalla partenza).

Periodo consigliato: tarda primavera

Prezzo: 60 euro.

Numero minimo partecipanti: 3.

Per programmare e prenotare il trekking, contattare la guida (email: riccardo.tognini@libero.it oppure numero di telefono 3287563371 ) almeno una settimana prima.

Informazioni utili: La quota comprende l’assistenza di una guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 42 del 23/3/2000 e succ. mod. La quota non comprende il trasferimento con mezzi propri, i pranzi, cena, colazione, pernottamento e tutto quanto non indicato nel programma. E’ facoltà della guida annullare l’escursione in caso di maltempo o di tempo incerto; è obbligatorio l’uso degli scarponi da montagna, ovvero la guida diffida dal partecipare all’escursione, chiunque sia sprovvisto di scarponi da montagna; i minorenni possono partecipare alle escursioni solo se accompagnati da uno o più adulti loro diretti responsabili; i minorenni sono sotto la diretta responsabilità dei genitori, insegnanti, accompagnatori di ogni titolo e grado o chi per essi. La guida è coperta da polizza RCT (responsabilità civile) sottoscritta da AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche). Copre la guida associata da tutti i rischi derivanti da responsabilità diretta o indiretta di quanto dovesse accadere durante l’esercizio delle sue funzioni professionali; il massimale è di 2.500.000,00 di euro. Per ulteriori informazioni, contattare la guida: Riccardo Tognini (tel: 3287563371; email: riccardo.tognini@libero.it )

Note su: difficoltà, dislivelli e tempi di percorrenza

Comments are closed.