Alpe di Catenaia (Casentino)

Descrizione: Una giornata nei boschi del Casentino, in una zona meno conosciuta rispetto a quella del Parco Nazionale, ma altrettanto affascinante. L’Alpe di Catenaia, massiccio montuoso che si diparte dall’Eremo di La Verna in direzione Arezzo, è una meravigliosa tavolozza di colori grazie alla sua grande varietà ambientale, che spazia dalle avvolgenti faggete alle imponenti abetine, passando per splendidi boschi di cerri e castagni. Ottimamente conservata grazie all’istituzione di un’Oasi di protezione faunistica che ne preserva il crinale principale e gran parte del versante casentinese, è un’area nella quale si susseguono strette gole ricche di torrenti e delicati paesaggi, i quali trovano il loro culmine nella vastità dei prati che ammantano le quote più elevate. Da qui è possibile ammirare splendidi panorami sulla Valle del Casentino, da una parte, e sulla Val Tiberina, dall’altra. Tra i faggi secolari che fanno da cornice agli splendidi Prati della Regina e al piccolo ma affascinante laghetto di Pozza delle Stroscie, non sarà difficile incontrare caprioli e cinghiali.

Difficoltà: E (Escursionistico). Itinerario su sentiero segnato e su strada sterrata, con dislivello e pendenze non elevati, eccezion fatta per alcune salite leggermente ripide. Nessun passaggio difficile o esposto. Nel complesso necessita di un minimo di esperienza e di allenamento per escursioni di montagna.

Dislivello complessivo:  300 m.

Lunghezza complessiva: circa 10 km.

Tempo di cammino (soste escluse): 3:30 ore

Periodo consigliato: tutto l’anno, eccetto piena estate. D’inverno sono necessarie le ciaspole.

Prezzo: 12 euro.

Per programmare e prenotare il trekking, contattare la guida (email: riccardo.tognini@libero.it oppure numero di telefono 3287563371 ) almeno una settimana prima.

Informazioni utili: La quota comprende l’assistenza di una guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 42 del 23/3/2000 e succ. mod. La quota non comprende il trasferimento con mezzi propri, i pranzi, cena, colazione, pernottamento e tutto quanto non indicato nel programma. E’ facoltà della guida annullare l’escursione in caso di maltempo o di tempo incerto; è obbligatorio l’uso degli scarponi da montagna, ovvero la guida diffida dal partecipare all’escursione, chiunque sia sprovvisto di scarponi da montagna; i minorenni possono partecipare alle escursioni solo se accompagnati da uno o più adulti loro diretti responsabili; i minorenni sono sotto la diretta responsabilità dei genitori, insegnanti, accompagnatori di ogni titolo e grado o chi per essi. La guida è coperta da polizza RCT (responsabilità civile) sottoscritta da AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche). Copre la guida associata da tutti i rischi derivanti da responsabilità diretta o indiretta di quanto dovesse accadere durante l’esercizio delle sue funzioni professionali; il massimale è di 2.500.000,00 di euro. Per ulteriori informazioni, contattare la guida: Riccardo Tognini (tel: 3287563371; email: riccardo.tognini@libero.it )

Note su: difficoltà, dislivelli e tempi di percorrenza

Comments are closed.