I sentieri del muflone (Alpi Apuane)

Descrizione: Escursione estremamente panoramica alle pendici della Pania della Croce, punto centrale dell’areale di distribuzione del muflone sulle Alpi Apuane. Dal fiabesco paese medievale di Pruno, dopo aver osservato l’arco del Monte Forato, saliremo in splendidi boschi di castagno e attraverseremo antichi alpeggi fino a raggiungere Foce di Mosceta. Questa zona, oltre alla splendida visione della Pania, offre la possibilità (soprattutto all’alba e al tramonto) di osservare i mufloni intenti a pascolare. Dopo una pausa al Rifugio Del Freo, torneremo indietro fino al Passo dell’Alpino, meraviglioso punto panoramico sul mare, da una parte, e sulla conca delle Apuane meridionali, dall’altra. Da qui scenderemo, in ambiente roccioso estremamente affascinante, e storicamente importante per la presenza di trincee della Seconda Guerra Mondiale, fino all’ingresso dell’Antro del Corchia. Sarà necessaria un’automobile ogni due partecipanti in quanto una delle due dovrà essere lasciata al punto di arrivo dell’escursione, che sarà diverso da quello di partenza. Per poter osservare con maggior probabilità i mufloni è necessario iniziare il percorso all’alba oppure nel pomeriggio in modo da trovarsi nella zona di Foce di Mosceta al tramonto, in quest’ultimo caso la discesa avviene in notturna.

Difficoltà: E (Escursionistica). Itinerario su sentiero segnato, con dislivello in salita di medio-alta entità, con pendenze medie eccezion fatta per una discesa abbastanza ripida. Nessun passaggio difficile o esposto. Nel complesso necessita di esperienza e allenamento per escursioni in montagna.

Dislivello complessivo: 700 m in salita, 300 in discesa.

Lunghezza complessiva: circa 6,5 km

Tempo di cammino (soste escluse): 3:15 ore

Periodo consigliato: primavera, inizio estate, autunno.

Prezzo: 12 euro.

Per programmare e prenotare l’escursione, contattare la guida (email: riccardo.tognini@libero.it oppure numero di telefono 3287563371 ) almeno una settimana prima.

Informazioni utili: La quota comprende l’assistenza di una guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 42 del 23/3/2000 e succ. mod. La quota non comprende il trasferimento con mezzi propri, il pranzo al sacco e tutto quanto non indicato nel programma. E’ facoltà della guida annullare l’escursione in caso di maltempo o di tempo incerto; è obbligatorio l’uso degli scarponi da montagna, ovvero la guida diffida dal partecipare all’escursione, chiunque sia sprovvisto di scarponi da montagna e luce frontale; i minorenni possono partecipare alle escursioni solo se accompagnati da uno o più adulti loro diretti responsabili; i minorenni sono sotto la diretta responsabilità dei genitori, insegnanti, accompagnatori di ogni titolo e grado o chi per essi. La guida è coperta da polizza RCT (responsabilità civile) sottoscritta da AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche). Copre la guida associata da tutti i rischi derivanti da responsabilità diretta o indiretta di quanto dovesse accadere durante l’esercizio delle sue funzioni professionali; il massimale è di 2.500.000,00 di euro. Per ulteriori informazioni, contattare la guida: Riccardo Tognini (tel: 3287563371; email:riccardo.tognini@libero.it )

Note su: difficoltà, dislivelli e tempi di percorrenza

Comments are closed.