Due giorni sul tetto del Casentino, dove gli alberi toccano il cielo (Parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna)

Descrizione: Due giorni lungo la colonna vertebrale del Parco delle Foreste Casentinesi, sui crinali ricoperti da antiche faggete, dove si snodano le piste dei lupi. Il primo giorno costeggeremo la Riserva Integrale di Sasso Fratino, la più antica d’Italia. Meraviglioso bosco fiabesco, interdetto alla presenza umana dal 1959 (se non per motivi di studio o vigilanza) Sasso Fratino, con i suoi alberi monumentali, ci racconta il susseguirsi delle stagioni, con il loro ciclo di vita, morte, decomposizione e rinascita. Quando il bosco si diraderà, si aprirà di fronte a noi la visione dei due versanti, fino al Mare Adriatico. Il secondo giorno saliremo sul panoramico crinale che unisce il Monte Falterona e il Monte Falco, cime più elevate del Casentino, da dove potremo ammirare i morbidi rilievi toscani, da una parte, e le rocciose balze che si affacciano sul versante romagnolo dall’altra, per poi scendere alla sorgente dell’Arno. L’emozione di bagnarsi nelle sue acque, nel luogo dove queste sgorgano dalla terra, è un rito indimenticabile e un viaggio affascinante nella storia di questo magnifico corso d’acqua, e della sua relazione millenaria con l’uomo. Gli splendidi prati della Burraia, luminosi e panoramici, saranno il punto di arrivo di questa semplice ma emozionante escursione.

Difficoltà: E (Escursionistica). Itinerari su sentieri segnati e strade sterrate, con dislivelli di medio-alta entità e pendenze medie, eccezion fatta per alcune salite e discese piuttosto ripide. Nessun passaggio difficile o esposto. Nel complesso necessita di esperienza ed allenamento per escursioni in montagna. Nota: si tratta di due escursioni singole, non di un trekking itinerante.

I Giorno:

a) Dislivello complessivo: 250 m

b) Lunghezza complessiva: 8 km

c) Tempo di cammino (soste escluse): circa 3 ore

II Giorno:

a) Dislivello complessivo: circa 600 m

b) Lunghezza complessiva: circa 12,5 km

c) Tempo di cammino (soste escluse): circa 5 ore

Programma:

Pranzo primo giorno al sacco (portare il necessario fin dalla partenza).

Cena primo giorno e colazione secondo giorno in struttura (Rifugio CAI Città di Forlì: http://www.parks.it/rif/cai.citta.forli/ oppure https://www.facebook.com/rifugio.citta).

Pranzo secondo giorno al sacco (acquistato al Rifugio).

Pernottamento in struttura (Rifugio CAI Città di Forlì).

Periodo consigliato: tutto l’anno, in inverno sono necessarie le ciaspole e i percorsi necessiteranno di variazioni.

Prezzo: 60 euro.

Spese: circa 55 euro per pernottamento, cena, colazione e pranzo secondo giorno presso Rifugio CAI Città di Forlì: https://www.facebook.com/rifugio.citta

Per programmare e prenotare il trekking, contattare la guida (email: riccardo.tognini@libero.it oppure numero di telefono 3287563371 ) almeno una settimana prima.

Informazioni utili: La quota comprende l’assistenza di una guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 42 del 23/3/2000 e succ. mod. La quota non comprende il trasferimento con mezzi propri, i pranzi, cena, colazione, pernottamento e tutto quanto non indicato nel programma. E’ facoltà della guida annullare l’escursione in caso di maltempo o di tempo incerto; è obbligatorio l’uso degli scarponi da montagna, ovvero la guida diffida dal partecipare all’escursione, chiunque sia sprovvisto di scarponi da montagna; i minorenni possono partecipare alle escursioni solo se accompagnati da uno o più adulti loro diretti responsabili; i minorenni sono sotto la diretta responsabilità dei genitori, insegnanti, accompagnatori di ogni titolo e grado o chi per essi. La guida è coperta da polizza RCT (responsabilità civile) sottoscritta da AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche). Copre la guida associata da tutti i rischi derivanti da responsabilità diretta o indiretta di quanto dovesse accadere durante l’esercizio delle sue funzioni professionali; il massimale è di 2.500.000,00 di euro. Per ulteriori informazioni, contattare la guida: Riccardo Tognini (tel: 3287563371; email: riccardo.tognini@libero.it )

Note su: difficoltà, dislivelli e tempi di percorrenza

Comments are closed.